★ aggiornamenti

A volte, se un sito langue, non è per la bonaccia. Anzi.
È proprio perché fuori la vita ferve. Infuria magari! E non si trova il tempo per aiutare il sito a rincorrere la vita.
Bene così, no? Bene anche se a guardare il monitor l’immobilità può sembrar esangue. Aggiorniamo ordunque!

Qualche cartella nuova e vecchie cartelle contenenti nuovi disegni hanno ★ una stellina davanti al nome.

Il cuore del mio lavoro di questo periodo non è su carta (né su monitor). Ho privilegiato il lavoro con le persone: l’insegnamento di disegno e di fumetto e il nuovo lavoro di arteducatore presso un progetto ardito e meraviglioso… una realtà che per citare Andrea Pazienza ha “tutti i meglio e nenti peggio” e ci si domanda increduli come sia possibile. Ma è possibile, perché esiste e perché nonostante il mondo e nonostante tutto resiste e cresce. E crescendo non dimentica di nutrire gli ideali da cui è nato, li alimenta e soprattutto li rispetta. Non dà niente per scontato e si confronta apertamente con le luci e con le ombre. Lo Spazio Arteducazione Milano è un progetto di cui faccio parte con orgoglio.

giovani migranti

Il lavoro d’insegnante di fumetto, che ha compiuto vent’anni tondi, ha prima di tutto insegnato a me, fin da subito. Mi ha insegnato un rigore professionale e un’ampiezza di sguardo che la mia precedente fase giovanile non conosceva.
Poi, col tempo, mi ha messo a confronto con modi, esigenze, attitudini degli allievi che nelle annate cambiano continuamente, costringendo l’insegnante a rivedere obiettivi didattici e strategie di relazione.

A questo si è aggiunto da un paio d’anni il corso di disegno consapevole.
Il nome è approssimativo. Il nome provvisorio di questo percorso anomalo è stato per qualche tempo esperienze estreme di disegno, a sottolineare che l’essere pienamente e consapevolmente dentro l’esperienza del percepire e del disegnare è parte fondamentale del corso.
Qui puoi leggere un testo che lo descrive.
Qui un post che lo anticipava, scritto per i Topipittori.
E qui, se ti piace, puoi iscriverti.

Il nuovo fronte di lavoro sul fumetto è il giornalismo grafico. Con l’amica giornalista Anna Muzio abbiamo dato inizio a una collaborazione che prende le mosse dal velo islamico e che proseguirà nel tempo impegnandoci su temi urgenti, o che toccano o turbano le nostre sensibilità.

disegno dal vero e poesia