bio

favola mandinka 1987

Esordi
Lorenzo Sartori esordisce professionalmente sulla rivista cattolica Fiaccolina nel 1985, con versioni a fumetti di agiografie e di fiabe popolari dal mondo. Nel contempo fa la gavetta inchiostrando per Giancarlo Mangini e altri, scrivendo lettering e ricoprendo piccole e varie mansioni di redazione che alimentano il suo amore per il prodotto editoriale globalmente inteso.
Nel 1990 affianca Laura Scarpa nella realizzazione lampo dell’autoproduzione FS: Fumetti e Storie da leggere in treno.
Per il Corriere dei Piccoli crea il personaggio il Ciccione Volante e, su testi di Laura Scarpa, disegna la serie I racconti del mare.

ciccione volante CdP

Mestiere
Come illustratore lavora: nel campo dell’enigmistica per l’agenzia E’unidea di Adriano Carnevali, Silvano Rocchi e Beppe Zatta; nella narrativa per Mondadori, Piemme e altri; nell’editoria scolastica per molti editori (collaborazioni più recenti Pearson, Palumbo, RCS).
Disegna illustrazioni per svariate riviste. Collabora regolarmente alla rivista Ciao Amici con illustrazioni e fumetti, fra il 2006 e il 2008. Collabora regolarmente alla rivista Focus Junior con illustrazioni e fumetti, dal 2005 al 2012: qui pubblica le serie a fumetti Alterfocus (Andrea Pasini ai testi, 2007/2009), Daimon (Giorgio Pelizzari ai testi, 2009/2011) e Alieni in Famiglia (Giorgio Pelizzari ai testi, 2011/2012).
Collabora occasionalmente con la rivista Scuola di Fumetto redigendo schede critiche e didattiche.

daimon 19-6

Fumetto
Nel 1998 Melania et le fou, già realizzato per la collana di formato minuscolo Patte de Mouche dell’Association, e altri suoi fumetti dati alle stampe nell’arco di una decina d’anni, vengono raccolti nel volume Ogni matto ha la sua fissa (Rasputin!Libri), che chiude, per così dire, la sua fase artistica giovanile.
Nello stesso anno esegue i disegni per la scenografia della mostra Visions of the future di Palazzo Pitti a Firenze.
Una sua storia compare in Comix 2000, una delle imprese più ambiziose dell’Association: una specie di Petit Robert del fumetto, duemila pagine di storie mute da tutto il mondo, raccolte per festeggiare l’ingresso nel nuovo millennio dalla casa editrice che in dieci anni di attività ha rivoluzionato da Parigi il fumetto mondiale.
Nel 2003 partecipa al volume Antonio Vivaldi una biografia a fumetti (Le Balze) di Silvano Mezzavilla, opera collettiva in cui affianca, oltre al maestro Sergio Toppi, gli autori Maurizio Ribichini, Giancarlo Alessandrini e Alarico Gattia.

antonio vivaldi schiscia

I Cani
Assieme ad amici-colleghi, nel 2002 fonda l’etichetta indipendente dei Cani, coronando il vecchio sogno di lavorare in un gruppo che gestisce e controlla ogni aspetto della produzione artistica. Con l’esperienza dell’autoproduzione conosce fatiche e gioie del lavoro di squadra e accumula una varietà di competenze fondamentali, per una figura professionale che viva da dentro l’evoluzione permanente del mondo editoriale.
I Cani esordiscono producendo fumetti a sostegno delle campagne politiche di Attac Italia per l’introduzione della Tobin Tax e contro la privatizzazione dell’acqua: Sartori disegna l’albo Taxman e Tobin: l’ultima partita, su testi di Marco Berrini e Andrea Pasini (AltraEconomia, 2004).
Nei suoi cinque anni di vita, oltre a dar corpo a un catalogo di più di trenta titoli e a introdurre al mondo del fumetto un manipolo di Giovani Cani, il gruppo si distingue per l’invenzione e la gestione di eventi (esibizioni, giochi e bizzarrie) che animano fiere di fumetto e contesti culturali variamente connotati.
Per i Cani realizza nel 2005 Una lacrima sul viso su testi di Giorgio Mascitelli (che vince al Comicon di Napoli il Premio Micheluzzi per la migliore sceneggiatura), nel 2006 Il tredici di agosto e nel 2009 (con la collaborazione ai testi di Cinzia Zagato) L’astuto scamotaggio degli Uomi Mascherati.

bruscu impenditore

Musica
Per Alessio Lega & i Mokacyclope nel 2006 illustra il booklet del disco Sotto il pavé la spiaggia.
Un suo fumetto decora il booklet del disco El petun del diàul del trio Coltri Menduto Morelli (2008).

musica ammare

Insegnare
Dal 1998 insegna presso la Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco di Milano, in cui è coordinatore del corso di Fumetto. Ha insegnato per un triennio anche alla Scuola del Fumetto di Beppe Calzolari, e gestito alcuni brevi corsi di fumetto non professionale per le scuole elementari e per le secondarie superiori.
La docenza lo ha obbligato a una visione più ampia e critica del mestiere di fumettista, narratore e creatore d’immagini. Per questo, per i passi di consapevolezza che il ruolo d’insegnante impone, per tutti gli stimoli che regolarmente riceve dai giovani allievi, nutre e conserva sincera gratitudine.
Fra il 2001 e il 2003 collabora col cantautore Alessio Lega all’elaborazione e gestione di un “progetto cantastorie” per la scuola elementare, curando la parte iconica del laboratorio.

scuola BN

Editoria
Concepisce e cura, con Salvo D’Agostino, la direzione artistica di Burumballa, collana di volumi antologici a fumetti riservata ad autori esordienti, con una redazione interamente formata da allievi ed ex allievi, edita da Tunuè fra il 2009 e il 2010.
Assieme a un manipolo di colleghi e di entusiasti esordienti, dal 2014 è impegnato nella realizzazione di un misterioso progetto editoriale che ribalterà le sorti delle immagini su carta stampata in edicola!

finale